Smettere di fumare si può.

692205530.jpg
Sono più di 14 milioni gli italiani che fumano. E sono più di 6.000 l’anno le morti legate al fumo In Italia. Più di 4 milioni nel mondo, numero che supera le morte per droga, incidenti stradali, suicidio, AIDS, omicidio, annegamento, alcool.

Oltre un quarto di tutte le forme di cancro sono causate dal fumo. L’insorgenza dei tumori polomnari è connessa all’abitudine del fumo nel 90% dei casi.

Attualmente si considera che un fumatore ha un rischio di sviluppare un cancro del polmone che va dalle 7 (per fumatori di 15 o meno sigarette) alle 25 (per fumatori di 25 o più sigarette) volte quello dei non fumatori.

Progressivamente, in quelli che smettono di fumare, il rischio si riduce nel corso dei 10-15 anni successivi.

Ma il fumo è causa anche di altre patologie, come:

– infarto miocardico,

– ictus tromboembolici,

– malattie croniche dell’apparato respiratorio.

E può influire negativamente sulla qualità della vita, attraverso i danni vascolari e respiratori, che, ad esempio, nei grandi fumatori spesso determinano un calo della potenza sessuale e attraverso danni estetici, determinati dalla riduzione delle difese immunitarie nei confronti della placca batterica e l’ingiallimento della dentina.

Se l’attuale prevalenza del fumo dovesse persistere, circa 500 milioni di persone dell’attuale popolazione mondiale potrebbero essere uccise dal tabacco, 250milioni delle quali nella mezza età.

Secondo il DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, quarta edizione, APA, 1994) che inserisce la Dipendenza e l’Astinenza da nicotina tra i Disturbi correlati a sostanze i criteri per valutare la dipendenza da nicotina, sono:

– persistente desiderio o il fallimento dei tentativi di smettere;

– aumento della quota del proprio reddito destinata a procurarsi la sostanza;

– continuazione nell’uso nonostante la consapevolezza di un problema di salute;

– disagio, anche dopo una breve astinenza, che porta al tentativo continuo di trovare sollievo al desiderio di fumare proprio a causa della dipendenza da nicotina.

Smettere di fumare si può.ultima modifica: 2009-03-01T23:55:43+01:00da fatamailinda
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento