Il fumo uccide: difenditi!

Il Sottosegretario Fazio presenta la Campagna di comunicazione 2009 “Il fumo uccide: difenditi!”

“Tutelare i non fumatori sensibilizzando i fumatori sui danni provocati agli altri, ridurre il numero dei fumatori abituali, prevenire l’avvicinamento dei giovanissimi al fumo”.

Questi gli obiettivi della Campagna di comunicazione ministeriale “Il fumo uccide, difenditi!”, presentata dal Sottosegretario alla salute Ferruccio Fazio il 5 febbraio presso la Sala stampa di Palazzo Chigi.

Sono intervenuti il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio on. Paolo Bonaiuti, e l’attore Renato Pozzetto quale testimonial della Campagna.

Sono 650 milioni i fumatori nel mondo. 5.4 milioni muoiono ogni anno a causa del fumo e si stima che nel 2030 saranno 8 milioni. In Italia fumano circa 11,2 milioni di persone e muoiono ogni anno 80.000 persone per questa causa e nell’Unione Europea 650.000.
Nel XX secolo a causa del fumo sono morti 100 milioni di persone, nel XXI si stima ne moriranno 1 miliardo. Nel 2030 più dell’80% dei morti a causa del tabacco saranno nei paesi in via di sviluppo. Il tabacco provoca più decessi di alcol, aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme.

L’epidemia del tabacco è una delle più grandi sfide di sanità pubblica della storia. L’OMS ha definito il fumo di tabacco come “la più grande minaccia per la salute nella Regione Europea”. Le morti e le malattie fumo-correlate, tuttavia, sono interamente prevedibili e prevenibili. Si conosce, infatti, esattamente cosa provoca l’uso di tabacco, come e quanto uccide, cosa danneggia e come fare per evitare tutto ciò.

Fonte: Redazione Ministerosalute.it – 5 febbraio 2009

Il fumo uccide: difenditi!ultima modifica: 2009-03-01T23:54:08+01:00da fatamailinda
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento