Amaxofobia: la paura di guidare.

27518559.jpgL’amaxofobia è il nome un pò difficile usato per indicare la paura marcata e persistente di guidare un’autovettura o un motociclo, caratterizzata da timori fobici riguardanti tipicamente situazioni caratteristiche che includono il guidare da soli, l’essere in mezzo al traffico o in coda, il guidare su un ponte o all’interno di una galleria.

Chi soffre di questa particolare fobia tende a evitare la guida o comunque a effettuare spostamenti molto ridotti e sopporta la guida con molto disagio o con l’ansia di avere sintomi di panico. Spesso, per alleggerire la tensione provocatagli dalla guida, chiede la presenza con sé di un compagno.
Nelle persone che soffrono di questa fobia, il mettersi alla guida provoca quasi invariabilmente un’immediata risposta ansiosa, che nei casi più gravi può anche prendere la forma di un attacco di panico.

L’ansia può essere collegata a certi aspetti della situazione, ad esempio si può temere di guidare per la preoccupazione di essere investito da altri veicoli sulla strada, alla preoccupazione di perdere il controllo del mezzo, di farsi prendere dal panico, e può manifestarsi anche con sintomatologia a carattere somatico, come l’aumento della frequenza cardiaca, dispnea, svenimento e sensazione di svenire.

Il livello di ansia o paura di solito varia sia in funzione del grado di vicinanza allo stimolo fobico, per es. la paura si intensifica quando la necessità di mettersi alla guida è pressante (ad es. per poter soccorrere qualcuno) , sia del grado di limitazione della possibilità di allontanarsi dallo stimolo fobico (ad es, la paura si intensifica nel traffico, su un ponte, in una galleria).

Talvolta chi ha la fobia della guida può manifestare attacchi di panico completi quando si mette alla guida, soprattutto in circostanze in cui ritiene di non potersi fermare facilmente (autostrade, gallerie).

Non sempre, però, l’intensità della paura di guidare è correlata in modo prevedibile con lo stimolo fobico: ad esempio, una persona può provare gradi di paura quando attraverso la stessa galleria alla guida della propria autovettura in occasioni diverse.
Se l’amaxofobia interferisce significativamente con il funzionamento personale e causa disagio può rivelarsi utile ricorrere a una consulenza professionale, per aumentare il proprio senso di autoefficacia nella guida e per imparare a compiere questa attività complessa ma molto utile nella vita di tutti i giorni in maniera tecnicamente soddisfacente.

La consulenza psicologica da me proposta ha una durata di 8 incontri (di 1 ora ciascuno) e ha l’obiettivo di incoraggiare un sentimento positivo e di autoefficacia rispetto al traffico automobilistico, di implementare le tecniche di auto-controllo emotivo per ridurre la sensazione di ansia e di paura alla guida, di comprendere il conflitto che genera il sintomo, per poterlo affrontare e padroneggiare.

La consulenza focalizza, infatti, l’attenzione sul sintomo fobico come espressione di un conflitto tra desiderio di autonomia e dipendenza.

Carmen Pernicola

Amaxofobia: la paura di guidare.ultima modifica: 2009-03-01T23:51:00+01:00da fatamailinda
Reposta per primo quest’articolo

18 pensieri su “Amaxofobia: la paura di guidare.

  1. Buona sera mi trovo per caso su questo sito ed in particolar modo in questa pagina. Il mio problema è che soffro di attacchi di panico molto forti ed il mio problema principale è il rimanere a casa da sola ma in particolar modo guidare da sola (non sapevo ci fosse un nome a questa cosa). Vorrei maggiori informazioni su questo problema e come fronteggiarlo

  2. buon giorno mi trovavo a leggere ho 26 anni e da mesi ho xeso la patente ….ho due bimbi una di 6 anni e l’altro di 11 mesi ,essendo mio marito fuori molte ore spesso x lavoro mi ero convinta di cercar di essere molto piu’ autonoma ,ma da allora sono entrata in crisi,nn riuscendo a guidare da sola……entrando totalmente in crisi e la paura di dover incontrate altre auto mentre guido mi porta tanta ansia,da quando ho preso la patente nn ho piu’ guidato allor piu 3 guide,,,ma la cosa ke mi fà star davvero male è ke la voglia di guidare e di esser autonoma cè,ma la paura mi blocca!addirittura mi porta a stringermi troppo a destra della corsia.la cosa piu’ brutta ke ho incominciato a star male a sentirmi addirittura insicura d me stessa e nn valida,non ho proprio autostima,e mi porta a dire a me stessa che nn sono buona in nulla!eppure ho due bimbi ke nn trascuro maiiii cerco di essere il piu’ possibile una buona mamma!ma nella mia vita di donna invece adesso sono entrata in crisi voglio guidare!ma perche’ allora sto’ cosi’ giu’ e mi sento una xdente??la prego mi aiuti a trovare una risposta!scusi la lettere troppo lunga!

  3. Salve, sono capitata da queste parti cercando un nome a quel qualcosa che mi blocca, che mi fa sentire inetta e depressa. Ora so che ha un nome, si chiama amaxofobia e mi sta impedendo di vivere, di passare momenti piacevoli con gli amici, di trovare un lavoro che davvero mi piaccia. Sono laureata, ho fatto un master ma, nonostante le lodi, mi sento una persona molto insicura. Vorrei tanto avere una risposta, riuscire a capire perchè a 28 anni mi sento così, spenta…la ringrazio per un’eventuale risposta.

  4. Buongiorno!
    Sono capitata per caso in questo sito, cercando una terapia o un qualcosa che mi potesse aiutare per il mio problema.
    Ho 21 anni, ho preso a 18 anni la patente al primo colpo, ma dall’ora ho guidato si e no 4 volte.
    Non riesco a mettermi alla guida. Ho paura di guidare e non so il perchè. Non ho mai fatto incidenti eppure non riesco a guidare.
    Devo sempre farmi accompagnare ovunque.
    In motorino invece mi trovo a mio agio (strano, ma vero!) e non ho paura di mettermi in strada a qualsiasi orario.
    Il mio blocco è l’automobile. Invento scuse per non prenderla e così mi faccio venire a prendere. Il mio ragazzo ha provato a farmi guidare la sua macchina, ma ho provato solo una volta (guidando fino alla fine e senza errori). La seconda volta mi sono rifiutata (avevo anche paura di fare qualche incidente e rovinargli la macchina).
    Non so più cosa fare. Vorrei mettermi alla guida, ma appena mi siedo al volante incomincio a sudare. Non ho attacchi di panico, ma per tutto il tragitto sono nervosa. Non voglio nemmeno la musica perchè potrebbe distrarmi. Io non so più cosa fare!!

  5. Salve, trovandomi a leggerequesto topic volevo sapere se esiste una cura valida per l’amaxofobia…io oltre a nn guidare più non riesco nemmeno a stare nel posto del passeggero…sia che alla giuda che come passeggero mi scaturiscono dei forti attacchi di panico o di ansia…nn so! Mi piacerebbe poter portare ancora la macchina ma, anche ad andare in giro con gli amici come passeggero…ma proprio nn ce la faccio. cosa posso fare?

  6. Ciao sono Elisabetta ho 33 anni .. presi la patente nel lontano 1999, non ho mai guidato, ho troppa paura, non riesco a tenere i comandi.. incomincio a sudare freddo, ho la tendenza di andare verso sinistra… e a destra.. non riesco a stare dritta… parenti .. mi fanno sentire frustrata…Nel lontano 1999 ..è stata l’insistenza di mio padre.. dovevo per forza prendere la patente. cosi tutte le commissioni dovevo farle io..ma non ero pronta.. gli esami.. la patente lo stage.. un insieme di cose..un po stressata….non riesco a superare questa paura..prendo l’aereo..tranquillamente.. per il mio lavoro.. lavoro nei villaggi turistici.
    non so cosa fare… e come fare..spero di riuscirci…
    grazie.

  7. Ciao sono Elisabetta ho 33 anni .. presi la patente nel lontano 1999, non ho mai guidato, ho troppa paura, non riesco a tenere i comandi.. incomincio a sudare freddo, ho la tendenza di andare verso sinistra… e a destra.. non riesco a stare dritta… parenti .. mi fanno sentire frustrata…Nel lontano 1999 ..è stata l’insistenza di mio padre.. dovevo per forza prendere la patente. cosi tutte le commissioni dovevo farle io..ma non ero pronta.. gli esami.. la patente lo stage.. un insieme di cose..un po stressata….non riesco a superare questa paura..prendo l’aereo..tranquillamente.. per il mio lavoro.. lavoro nei villaggi turistici.
    non so cosa fare… e come fare..spero di riuscirci…
    grazie.

  8. Salve io mi chiamo Daniela e ho 29 anni.. Sono capitata per caso in questo sito,dopo un grande girovagare sul web..Ma questo ha maggiormente attirato la mia attenzione!Come ben immaginerà anche io ho lo stesso identico problema.AMAXOFOBIA!Solo che il mio problema alterna periodi in cui mi sento di farcela e prendo tranquillamente la macchina,ma altri che non le dico..Al solo pensiero mi prende l’agitazione e penso”noooo oggi si và a piediiii o mi accompagna qualcuno”(premetto che soffro già di disturbi di panico ed ansia già di mio ancor prima che prendessi la patente). La mia paura cmq si concentra molto più sull’affrontare situazioni come per esempio le salite che sono la ma più grande paura o l’uso del freno a mano ove necessario..Assurdo e strano si lo so,eppure!!!Il traffico si,influisce ma nn più di tanto…Io so di potercela fare perchè tutti mi hanno detto che guido bene ma perchè allora mi lascio sopraffare da queste cose?Mi vergogno pure talvolta! Ho scarsa autostima cmq e questo mi sta portando ad evitare a volte pure di guidare. Quando vedo però che passano i giorni,mentalmente li conto e dico”oh no è già passato tot di giorni e non ho ancora guidato!!”Dirà”che pensatrice eh”? Vorrei tanto uscirne… E’ come fossi bloccata anche se,ripeto, non mi accade sempre.(anche se quando la prendo cerco di evitare salite o discese che so fare quando son tranquilla,ma a volte no per paura già sbagliare)e la prendo tranquillamente.. Mi risponda via e-mail lo so riceve tante lettere,però giuro ci conto davvero…Scusi per la lettera prolissa! saluti *DANIELA*

  9. salve, sono una ragazza di 22 anni e sto prendendo adesso la patente. dopo aver fatto la prima guida pochi giorni fa, mi sono resa conto di aver paura di guidare. infatti al solo pensiero di dovermi mettere di nuovo al volante, mi fa stare in ansia e in un forte stato di stress. considerando anche che soffro di disturbi da attacchi di panico, non so proprio cosa fare. vorrei provare con il motorino, magari avendo una visuale più completa, avrei meno paura, ma la macchina mi mette paura. come posso risolvere? attendo risposta (magari via email è meglio) la ringrazio.

  10. Salve, sono Rosa, ho 34 anni e credo di essere affetta da Amaxofobia. Ho preso la patente a 18 anni ma essendomi poi trasferita in GB per molto tempo non ho avuto la necessita´di guidare, dopo essere tornata in Italia ho sempre evitato la guida, avevo paura e gia´prima di salire in macchina immaginavo i percorsi e i problemi che avrei potuto affrontare, per esempio, un incrocio, traffico etc.. e mi venivano in mente le possibili figuracce che avrei potuto fare o addirittura immagini di incidenti… Alla guida sono sempre tesa e non vedo l´ora di arrivare per poter scendere e mi limito a brevi tratti da percorrere solo quando so che non ci sono altre macchine.
    Da quando invece mi sono trasferita qui in Germania e´il terrore puro, devo guidare per venire a lavoro altrimenti per 10 minuti di autostrada ci vuole un ora di treno, ma mese scorso mentre ero alla guida, ovviamente nel terrore, mi prende un TIR nello sportello proprio in mezzo all´autostrada e da li´altro che paura, ho il terrore puro. Ho ansia anche a stare come passeggero e non ho piu´toccato la macchina. Mi rifiuto anche di metterla in moto e mi sento una fallita.. sto venendo al lavoro in treno facendo orari impossibili per via dei collegamenti assurdi con i mezzi, sono stanchissima e sto perdendo fiducia in me stessa.Sarebbe tutto piu´facile se si potesse superare ma non riesco davvero, a volte come ci penso mi prende il panico, inizio a sudare e mi vengono gli sforzi di stomaco..non so come uscirne. Spero possiate aiutarmi

  11. buon pomeriggio,ho letto il vostro blog per caso cercando di trovare una soluzione al mio problema .Ho quasi 30 anni e a 18 anni ho preso immediatamente la pantente ho iniziato a guidare una macchina abbastanza grande e fin qui non avevo problemi anche se guidavo sempre con qualcuno che mi facesse compagnia ma durò per quasi un anno ,abitando in una grande città non sentivo il bisogno di guidare perchè preferivo spostarmi con i mezzi pubblici .Ma non avevo pensato che un giorno mi ritrovavo in questa situazione, mi sono sposata e abito in un paesino dove ci sono salite strade piccolissime un via vai di camion insomma da qualche mese i miei familiari mi forzano a guidare anche mio marito ed io entro in crisi perchè sono combattuta tra il guidare (che è un bisogno perchè sto fuori dal paese e avendo due bimbi che vanno a scuola non posso evitarlo)e la paura che mi assale solo a pensarci la mia paura aumenta perchè ho dei sintomi come sudorazione ,brividi,offuscamento della vista non riesco a cordinare testa e corpo come se non fossi capace di ragionare e quindi piango come una bambina ,questo mi fa vergognare tantissimo e non riesco a parlarne con nessuno perchè mi sento criticata ma sopratutto incapace di rendermi indipendente,chi sale in macchina con me mi dice guidi bene perchè questa paura?ed io non so rispondere,adesso anche la notte mi sveglio con incubi il cuore sembra che esce dal torace e mi devo alzare e fare respiri profondi!spero mi possiate aiutare dandomi qualche consiglio avevo pensate di fare qualche guida in autoscuola ma riconosco che non concluderei nulla perchè in quel momento so che l’altra persona può intervenire ed evitare il problema !aspetto una Vostra risposta grazie

  12. Soffro ormai da 25 anni di ansia, è cominciato tutto all’improvviso, avevo 26 anni ,ero sposato da 2 anni, ricordo ancora quel maledetto giorno,, il 12 dicembre 1987,
    Avevo un dolore al petto che mi preoccupava fin dal mattino, verso sera per distrarmi, feci compagnia a un amico in autostrada , ma all’improvviso cominciai a percepire dei tonfi al petto che non avevo mai provato prima, spaventatissimo mi feci portare subito all’ospedale , il referto era attacco di extrasistole, niente di preoccupante.
    Da allora inizio’ il mio calvario, non riuscivo a fare nulla, il mio polso sempre accelerato , minimo 110 battiti al minuto, attacchi continui di panico, saro’ andato 200 volte al pronto soccorso, ma la risposta è sempre stata “nulla di preoccupante” è solo ansia.
    dopo 15 anni, ebbi la forza di non andare più al pronto soccorso, perchè mi vergognavo, mi chiamavano “mister infarto”, ma io stavo male davvero, quando mi succedeva, il mio cuore arrivava a 250 battiti al minuto, non so ancora come riusciva a resistere.
    Con la volontà sono riuscito a conviverci e oggi sono guarito all’80%, mi è rimasto da sconfiggere l’extrasistole , che mi perseguita ancora con qualche colpetto giornaliero, mentre mi è rimasta la paura di guidare,
    Ogni volta che devo prendere l’auto, per fare oltre 10 km mi assale un’ansia anticipatoria, se devo prendere l’autostrada, non se ne parla nemmeno, a meno che abbia accanto qualcuno che abbia la patente ,( ma sto ugualmente male) sono teso , mi irrigidisco , ho paura di non farcela, se poi ci sono delle gallerie, non appena le vedo il mio cuore parte come un missile e comincia a battere al massimo.
    Queste situazioni mi hanno radicalmente cambiato la vita, a me piaceva guidare e viaggiare, ero curioso di vedere posti nuovi, ma il problema principale è che ho portato anche mia moglie a non andare da nessuna parte, con un sacco di scuse ho sempre evitato il viaggio, la vacanza, ho sempre cercato di mandarla da sola, con la scusa che io non ho voglia.
    Mi sono sempre un pò vergognato di me stesso, perchè se lo dici, la gente ti ascolta, ma pensa che sei fuori di testa.
    Mia moglie ora pensa che sono guarito, perchè io non ne voglio neanche più parlare, ma in realtà , mi sento chiuso dentro me stesso e non trovo la chiave per aprirmi.
    se riuscissi a sconfiggere anche questa paura di guidare e delle gallerie, potrei ricominciare a vivere, ho 51 anni , farei ancora in tempo.
    un saluto
    Leo

  13. Buongiorno, ho scoperto oggi come si chiama la mia paura di guidare… mi era stata diagnosticata come attacchi di panico.
    Ho preso la patente a 18 anni, ho guidato serenamente per circa 12 anni, poi ho iniziato ad avere attacchi di panico durante la guida. Generalmente guidavo per 40 km per recarmi al lavoro e 40 per tornare a casa.
    Solitamente accade che mentre guido inizia ad offuscarsi la vista e a girarmi la testa, sento un formicolio alle mani e al viso e non sono lucida. Ho fatto tutti gli accertamenti medici per escludere problemi fisici. Poi sono stata seguita da una psichiatra che ha concluso che erano attacchi di panico, perchè in quel periodo capitavano anche al di fuori della guida. Ora so controllare l’attacco di panico in sè, ma non riesco più a guidare perchè mi rendo conto che è pericoloso e ho paura che mi venga mentre guido. Ho provato per un po’ a guidare con qualcuno vicino, ma poi gradualmente ho smesso di provarci.
    Sono ormai passati 4 anni da quando per la prima volta ho rinunciato a percorrere più di 10 km di seguito e poi gradualmente ho abbandonato la guida.
    Vorrei indicazioni per cercare di risolvere questo problema e se possibile riuscire a capirne le cause.

    Grazie Terry

  14. Buon pomeriggio, mi chiamo Rosy e ho 21 anni, ho preso la patente un anno fa, al primo tentativo! ma dopo che ho preso la patente, non ho guidato per circa un mese perchè non avevo ancora una macchina..
    Quando finalmente ho potuto comprarla, la prima volta che ho guidato ero con mia mamma, dovevo accompagnarla in un posto ma non mi sentivo molto tranquilla, tanto che lei dopo la commissione mi aveva chiesto se volevamo farci un altro giro e io ho optato per tornare a casa. Ma non è stata l’ultima volta che ho guidato, accompagnavo mia mamma in banca, a fare la spesa..ecc. ho guidato anche con mio padre e mio fratello qualche volta, ammetto che all’inizio mio padre era pesante, mi diceva come dovevo fare ecc..mentre mio fratello mi ha sempre lasciato fare quello che volevo. Poi è successo che mio padre una notte ha avuto un infarto, presi la decisione di andare in ospedale anche io con la macchina e mia mamma per non lasciarmi sola è venuta con me..Era la prima volta che guidavo di notte, pioveva e sono andata un po in panico perchè non conoscevo bene la strada tanto che chiedevo a mia madre dove dovevo girare ecc.. Dopo quel giorno non ho preso la macchina forse per un paio di mesi se non di più. Mio padre e mio fratello continuavano a spingermi a prenderla..poi sono tornata a guidare una volta con mio fratello..ed ero molto tesa, e poi con mio padre, mi ha portato pian piano sulla superstrada, in galleria (quel giorno ero terrorizzata) ma poi mio fratello si è trasferito in Calabria e aveva bisogno della macchina e quindi mio padre gli ha mandato quella che usavo io. Ho guidato ancora, questa estate in Calabria, e mio padre mi ‘urlava’ contro come dovevo fare le cose ecc. ora ho un’altra macchina..mio padre l’altra sera è venuto a prendermi dove lavoro, pioveva e c’era traffico e ho dovuto guidare io.. non mi ricordavo come si mettevano le marce, insomma sono andata in panico.. Io non so qual’è il mio problema, forse ho paura di sbagliare qualcosa mentre guido (anche se tt le volte che ho guidato sono stata brava -tranne l’ultima volta) e poi non lo so..ma ho paura di guidare da sola e ciò mi fa stare male, vado in ansia..che già mi da disturbi. Io vorrei superare questa paura,voglio essere autonoma..

  15. Salve… leggendo i vari commenti ho dedotto che evidentemente anche io debba soffrire di questa “amaxofobia”. Premetto che ho 25 anni e non ho mai avuto nella mia vita attacchi di panico o svenimenti nè incidenti e generalmente gli amici mi definiscono una persona brillante e sicura di sè, anche se a volte capita di sentirci un pò insicuri, soprattutto nelle cose che non si conoscono o che si fanno per la prima volta! cmq riguardo la mia problematica, a 18 anni ho preso la patente e per un periodo ho guidato tranquillamente, poi, essendo la macchina di mio fratello, nel momento in cui ha deciso di vendersela io sono rimasta senza e da lì, un po’ per questo ed un po’ perchè non ne avevo necessità, non ho più guidato! Anche adesso non ne ho la necessità ma non mi piace l’idea di non riuscire a guidare, perchè da quando ci sto riprovando mi sale un’ansia terribile, come se dovessi dimostrare chissà che cosa! ed inoltre ho la convinzione nella mia testa di non saper parcheggiare, quindi quando ci provo automaticamente non ci riesco. Mi rendo conto che è una cosa mentale e che basterebbe un po’ più di sicurezza in me stessa alla guida. Ma mi chiedo… perchè nella vita sono una persona sicura di me e poi quando mi metto alla guida mi crolla tutto? nn capisco da cosa dipenda! Adesso ho deciso che un paio di volte a settimana con un’amica o con il mio ragazzo mi metterò un po’ alla guida tentando di superare questa insicurezza! cosa ne pensa?? grazie dell’attenzione!

  16. Ho 38 anni, la macchina in garage, la patente da due anni e se mi sposto vado o in treno o in autobus. E’ finita la mia relazione con un uomo proprio perchè non ero indipendente e come molte persone di questo sito ho il terrore di guidare. Non riesco davvero….non ce la faccio.
    Chiara

  17. salve sono antonella ho 23 anni e ho la patente da qnd avevo 18anni…… ma non riesco prpr a guidare ho l ansia , sudo fredda e mi viene il panico ogni volta che devo scalare di marcia e fare una curva… cm devo fare??? il desiderio è troppo fort di guidare…….e di essere indipendente………

Lascia un commento